utilizzi olio

Buono da mangiare, odore intenso, elemento indispensabile per insaporire le nostre pietanze, dalle più semplici alle più complesse.

Quanto ci piace l’olio d’oliva! Soprattutto se di qualità e, soprattutto, se Made in Puglia. Ma oltre ad essere un componente importantissimo per l’alimentazione e per il benessere, come tutti ormai sappiamo, il nostro oro giallo ha moltissimi altri utilizzi, che spesso vengono ignorati.

Quali? Vediamoli insieme.

 

Per la rasatura. Viscoso e idratante, l’olio d’oliva fa scivolare perfettamente il rasoio sulla pelle, eliminando il fastidioso problema di taglietti e arrossamenti.

Per i mobili in legno. Dare nuovo vigore al proprio mobilio? Si può, semplicemente spennellandolo con un po’ d’olio e succo di agrumi.

Per l’acciaio inox. Le vostre pentole risplenderanno!

Per i capelli. Domare i capelli crespi, soprattutto nelle giornate umide, sarà un gioco da ragazzi.

Per le cerniere. Qualcuna, si sa, può essere difettosa. E allora basta un po’ di cotone e un po’ del nostro magico prodotto da passare sui denti e tutto scorrerà liscio… come l’olio!

Per il gatto. Un piccolo cucchiaino d’olio nel pasto del nostro amico a quattro zampe serve a prevenire gli accumuli di pelo e a dare più lucentezza al suo mantello.

Per smettere di russare. Il segreto e fare un bel sorso d’olio d’oliva prima di andare a letto, così da lubrificare i muscoli della gola.

Per i portacandela. E direte addio alla cera difficile da rimuovere.

Per la ruggine. Strofinate la superfice con una spugna leggermente abrasiva e asciugate bene con un panno imbevuto d’olio.

Per le gomme da masticare. Fastidiose quando si attaccano agli indumenti o, peggio, ai capelli, vero? No problem: un po’ d’olio, 10 minuti di posa ed è fatta!

E voi? Conoscete qualche altro utilizzo alternativo di questo pregiato alimento?