Una ricerca internazionale, condotta dal soociologo Enrico Finzi, ha svelato di recente come l'olio extravergine di oliva sia il preferito di cinesi, indiani e russi.

Dunque è amato in tutto il mondo, non sono nei paesi che scelgono la dieta mediterranea come stile alimentare.

Anche in Brasile, negli Stati Uniti e altrove, dove esiste un largo impiego di altri tipi di olio, le percentuali parlano chiaro: l'olio extravergine di oliva è molto amato anche fuori dai confini dello stivale.

Ciò che sembra distinguere gli italiani dal resto della popolazione mondiale - sempre secondo questa ricerca - è la minore importanza che danno all'aspetto salutistico dell'olio di oliva e l'attenzione ad altre qualità, come il sapore e l'aroma.

Quello che in patria sembra non si lasci al caso nella scelta del prodotto, è il territorio di origine delle olive.

Una cosa è certa: quali che siano i fattori che intervengono nel decidere che olio acquistare o le preferenze su come impiegarlo nella propria dieta, l'olio extravergine d'oliva piace e sembra mettere d'accordo davvero tutti.

 

Fonte: www.cucina.corriere.it