Il Salento si scopre non solo vivendo la meraviglia del suo paesaggio incontaminato, ma anche attraverso i sapori genuini della sua tavola. Vi presentiamo un piatto che costituisce un fondamento della cucina pugliese, una ricetta antichissima, menzionata persino da Orazio, che decantava una minestra composta da ceci, porro e lasagne: si tratta di ciciri e tria. Un primo piatto sostanzioso, saporito, a base di pasta fresca che viene stesa sottile, trasformata in tagliatelle corte maneggiate per dare una forma a spirale. La "tria", parola che deriva dall'arabo "ittrya" ovvero pasta fritta (o secca), viene condita con i "ciceri", i ceci. Ingrediente principale sono dunque i ceci; la pasta "tria" si prepara semplicemente con semola di grano e acqua, il tutto è insaporito da una parte di pasta che viene fritta i "frizzuli" in olio extravergine di oliva. Oltre al nome tradizionale è chiamata anche Massa di San Giuseppe perché si preparava per il 19 Marzo e rappresentava il piatto principale delle “Tavole di San Giuseppe”, un antico rituale durante il quale si allestivano delle tavolate con i prodotti della terra per offrirli ai meno abbienti.

Scoprite questo delizioso piatto e perdetevi nella bontà dei sapori di un tempo.