Carrello 0 item(s)

Masseria La Cornula

Testimone fiero e silenzioso di secoli di storia

Localizzata fra Nardò e Copertino, fra gli antichi feudi di Ogliastro e di Cambrò, in una delle aree più suggestive del Salento, Terra d'Arneo, la Masseria ha custodito intatto il fascino di un tempo, evocando memorie lontane, oggi vive più che mai. Testimone fiero e silenzioso di secoli di storia, di vita familiaree, di attività agricole e zootecniche, ha racchiuso nel suo toponimo la qualificante peculiarità ambientale del carrubo, tipico della flora mediterranea litoranea. La frequentazione del sito si è persa nella notte dei tempi ed è strettamente legata al popolamento di Terra d'Arneo e, in particolare, di Nardò, i cui reperti paleolitici sono stati considerati elementi fondamentali nelle vicende della presenza umana in ambito europeo. 

Dall'ultimo trentennio del XVIII secolo e fino ai primi decenni del secolo scorso, la proprietà è stata trasferita nelle mani di due nobili famiglie, fra le più importanti dell'antica Terra d'Otranto, i Tafuri e i Personè. Nella masseria, a carattere “misto”, con areali di pertinenza destinati alle attività agricole e a quelle zootecniche, coltivi ed incolto si sono integrati perfettamente. Calendario agricolo e zootecnico hanno scandito il tempo e governato lo spazio, intrecciando la cura del bestiame con la mietitura, la produzione del latte con la trebbiatura sull'aia, la raccolta delle olive con la tosatura delle pecore, la potatura di olivi e viti con la lavorazione del formaggio, l'aratura della terra con la macellazione degli animali.

Vani da lavoro, cortili, giardini, appezzamenti e sentieri sono stati animati per secoli dai percorsi quotidiani di uomini, donne, bambini e animali. Oggi, grazie ad un attento lavoro di recupero e di valorizzazione, è possibile rivivere l'antica quotidianità della tradizione, attraverso il gusto, gli odori e i colori di Masseria La Cornula (termine dialettale che identifica il frutto della pianta del Carrubo).