Carrello 0 item(s)

Agricola La Cornula - Antiche tavole contadine

Il gusto della cucina povera

La tradizione contadina rappresenta un bagaglio culturale da cui non si può prescindere e che si ritrova soprattutto nelle abitudini della tavola, fatte di semplicità e artigianalità, di profumi e sapori che ci rimandano ad un tempo che fu.
Vi portiamo per mano attraverso le ricette tipiche della terra d’Arneo, gustose e facilissime da realizzare:

  • Ciciri e Tria: pasta e ceci. La particolarità sta nel formato tipico di pasta, chiamato “Sagne ‘ncannulate”, specie di fettuccine larghe e attorcigliate su se stesse, alcune delle quali vengono fritte e mischiate nel piatto finale (i cosiddetti “frizzuli”).
  • Fae e foje: purea di fave con cicorie selvatiche locali lessate, condite con abbondante olio extravergine d’oliva e accompagnate da crostini di pane raffermo fritto;
  • Pezzetti di cavallo: carne tenerissima di cavallo fatta cuocere per ore nella “pignata” (antico recipiente di terracotta) ed insaporita con spezie locali e pomodoro;
  • Orecchiette al pomodoro: orecchiette di pasta fresca condite con sugo di pomodorini freschi e ricotta forte o formaggio ricotta o pecorino stagionato grattugiato;
  • Pummitori schiattarisciati: pomodori di una verietà locale di colore giallo, lasciati soffriggere in abbondante olio extravergine d’oliva fino a “scoppiare”, conditi con spezie e peperoncino;
  • Cicureddhre a pignata: le “cicorine”, particolare verdura selvatica tipica del Salento, ripassata nell’olio e finita di cuocere con carne di maiale bollita;
  • Municeddhri in padella: lumache soffritte e saltate con vino, aromatizzate con alloro e pomodoro;
  • Turcineddhri o Gnumureddhri: involtini di frattaglie d’agnello, cotti esclusivamente sulla brace;
  • Pittule: frittele di farina di grano duro da intingere nel vincotto, tipico sciroppo di uva;
  • Cartiddhrate e Purciddhruzzi: dolci natalizi, fritti nell’olio aromatizzato agli agrumi e guarniti con tanto miele;
  • Puddhriche: canestrelli di pasta di grano duro, al cui interno si dispongono le uova, tipici del periodo pasquale.